Ponte Vecchio è universalmente identificato come il “luogo-simbolo” di Firenze ed uno dei ponti più famosi del mondo. Attraversa l’Arno nel suo punto più stretto, dove nell’antichità esisteva un guado e sembra il prolungamento sul fiume di via De’ Gucciardini o in Oltrarno di via Por Santa Maria.

Primo e unico ponte costruito durante l’età romana intorno alla metà del I secolo a.C., è l’unico risparmiato dai tedeschi durante la ritirata fatta di bombardamenti per tutti i ponti nel 1944 durante la Seconda Guerra Mondiale, e attrazione per turisti provenienti da tutto il mondo.

Le arcate ribassate di Ponte Vecchio

Realizzato come lo vediamo oggi nel 1345 da Taddeo Gaddi, fu il primo ponte nella storia in cui si usarono archi ribassati per la costruzione. Questa soluzione innovativa permise di avere meno campate (tre invece di cinque) e più ampie, permettendo così ai detriti portati dalle piene e che potevano distruggere il ponte, di fluire via più facilmente. Da allora Ponte Vecchio è ancora in piedi, danneggiato e riparato più volte ma mai più distrutto.

Dai macellai agli orafi

Ponte Vecchio è famoso per le botteghe di orafi e gioiellieri presenti, tuttavia, non è stato sempre così…Oggi ci appare come il risultato di un preciso provvedimento mirante a “nobilitare” il ponte più antico e importante della città. Nel 1593, il Granduca Ferdinando I, decise di liberare queste botteghe collocate in un contesto privilegiato, beccai, erbivendoli, pesciaioli e altri piccoli commercianti, che si erano stanziati lì dal 1345, a favore di orafi e argentieri, con divieto di installarvi attività differenti dal commercio di preziosi. Ancora oggi, oltre quattro secoli dopo il provvedimento granducale, le tradizionali “madielle” (cioè le vetrinette con gli sportelli in legno) luccicano dei bagliori dei metalli più preziosi.

Firenze Light Festival

L’8 dicembre Firenze si accenderà di altre luci in vista del Natale: torna infatti Firenze Light Festival! Una cascata di luce sulla città, con proiezioni sui monumenti più famosi, led per le strade e un’atmosfera che proietterà Firenze a livello ancora più internazionale. Uno spettacolo che si potrà vedere semplicemente camminando per il centro storico.

Tanti saranno gli eventi in oltre 15 location…sicuramente imperdibile il video-mapping su Ponte Vecchio, tutti i giorni dalle 17.30 a mezzanotte.

 

 

LEAVE A REPLY